giovedì 31 marzo 2011

Il punto sulle Giovanili

Chiusi (od in dirittura d’arrivo) i gironi di regular season dei campionati provinciali FIP ai quali sono iscritte tutte le nostre squadre giovanili, cogliamo l’occasione per pubblicare sul nostro blog quanto già uscito su “Brianza in Rete” (distribuito in palestra con cadenza quindicinale) a mo’ di presentazione/bilancio della stagione delle varie compagini.


Post-season solo per gli Under 13, classificatisi secondi nel proprio girone ed attesi ora al play-off degli ottavi di finali contro la Royal Legnano. Prima partita tra due giorni in casa per i ragazzi di Luca Borghesi, che così “presentava” la sua squadra.

LESMO U13 - PIU’ DI UNA SQUADRA DI BASKET

Questo è quello che da coach sempre avrei voluto sentir dire di una squadra, e questa formazione U13 è quello che , per quanto mi riguarda , si avvicina di più a questa definizione. Se siete curiosi di sapere perché, appena sotto troverete la risposta.

Perché quest’anno si vince ? No di certo, i motivi sono da cercare altrove. Questi U13 hanno radici ben più profonde. Non hanno giocato anni insieme , anzi sono un gruppo appena nato , ma hanno una grande fortuna , sono il frutto di una mente che li ha fortemente voluti quando all'inizio della passata stagione tutto sembrava perduto.

E ritorniamo a quando l’anno scorso la società Lesmo ha fatto carte false per mettere insieme questo team, e ci ha costruito sopra un progetto . Visionari ? Niente affatto , solamente gente di basket che spesso vede avanti e sa premiare la passione di chi ama questo sport. Fortuna ? Si anche quella , ma prima tanto lavoro e tenacia nel perseguire un idea e perché no, un sogno .

Questa squadra è una vera “formula chimica “ come ama definirla Antosti , primo promotore e sostenitore di questo progetto. Tanti ingredienti che si stanno mescolando in una gustosa pietanza dalla quale arriva ora un delizioso profumo . Ma tutto questo non è arrivato per caso , è stato possibile grazie a due cose fondamentali : passione e tanto lavoro .

La passione che nelle sconfitte della scorsa stagione non si è mai esaurita , anzi ha trovato le sue radici più profonde , nel gruppo , nell’entusiasmo , nell’altruismo e nella solidarietà in campo e fuori . I valori più veri dello sport hanno permesso di mettere in secondo piano il risultato sportivo e di vedere oltre. Le radici non si sono nutrite di vittorie ma sono scese nel profondo trovando la linfa più pura nella forza del gruppo , la cui coesione ha attratto sicuramente i nuovi arrivi di quest’anno .

Il lavoro: di tutti , prezioso e costante. Era ancora estate e si stava già collaborando tutti a questo progetto. L’impegno degli allenatori, della società , dei dirigenti di squadra e anche dei genitori , ma soprattutto quello di questi ragazzi, che tre giorni a settimana sono in palestra e lavorano sodo , e vorrebbero fare ancora di più e quando l’allenamento finisce o non c’è hanno una smorfia di dolore.

I traguardi ? Certo , dopo il bel girone di andata dove sono arrivate 8 vittorie su 9 partite , ora viene da guardare in alto , ma questa squadra non ha paura di voltarsi indietro per ricordare le tante sconfitte della scorsa stagione e anche se quest’anno non arrivassero i risultati più desiderati niente spaventerà questi ragazzi, che hanno imparato a nutrirsi di altre cose e che amano questo sport a dismisura e quando giocano insieme emozionano , chi scende in campo, chi li allena e chi viene a tifare.

Ecco perché questi U13 sono più di una squadra e solo chi ha la fortuna di viverli può apprezzarne a fondo il valore. Utopia ? No, venite a vedere di persona !

I LOVE THIS GAME

Gli Under 15 di Max Panella sono stati i primi a terminare il loro cammino già la scorsa settimana, classificandosi al quinto posto con un record vittorie/sconfitte alla pari.

UNDER 15 UNA SQUADRA IN CRESCITA

Siamo orgogliosi di presentare questa squadra formata da ragazzi che durante
il loro percorso atletico hanno profuso sempre il massimo impegno, con allenamenti
continui e costanti, ma soprattutto tanta passione per questo grande sport.

Va ricordato anche che per far ciò, da due anni a questa parte si è lavorato per
mettere insieme una rosa di 17 giocatori che ci permettono di fare ottimi allenamenti e partite. Ritornando a ritroso di due anni, si faceva fatica a mettere insieme 8 giocatori per disputare una partita.

Bisogna dire un grande grazie all’impegno dei coach dirigenti di squadra, genitori ,la stessa società, ma un grande plauso va ai nostri ragazzi che, pur non conoscendosi
bene, pian piano sono riusciti a creare alchimia in campo. Vorrei menzionarli
tutti , uno ad uno, per far capire che sono ragazzi che meritano grande
considerazione per il lavoro che fanno durante la settimana e dire loro anche
che siamo orgogliosi di vederli scendere in campo con tanta determinazione.

E’ vero anche che quest’anno ci si aspettava qualcosa in più dal campionato, ma
per varie vicissitudini siamo partiti male, con un girone di andata da dimenticare, si spera che il girone di ritorno dia a tutti soddisfazioni e vittorie, “ Chi ben comincia è alla metà dell’opera”, infatti possiamo registrare un 4 su 4.

FORZA RAGAZZI

Sempre con Max Panella (coadiuvato da Simona Magni) hanno chiuso il loro campionato i ’95, iscritti come squadra Under 17 B. Così si sono presentati sulla “carta stampata”:

E’ la storia di tutte le squadre! All’inizio erano Bobby, Edo, Spina, Tremo., Andrea, Friggy e Lollo, ma con loro c’erano anche Leo, Dario ed altri.

Il nucleo della squadra nasce nel 2005, appena dopo la rifondazione della società e dopo la mancata partecipazione al campionato di C1, ed è evidente che anche il settore giovanile in qualche modo ne risente.

Grazie però al costante impegno della Sig.ra Gabriella e poi di Coach Bielli i ragazzi incominciano a comprendere i fondamenti del gioco e soprattutto si cimentano nei loro primi campionati.

La stagione 2007/08 vede sedersi sulla panchina dei ’95 Coach Paolo Simone “Peo”per tutti, cresciuto nell’ASL, dimostra subito di saper creare il giusto feeling con i ragazzi che con lui partecipano ai campionati U13, U14 e U15.

Qualche vittoria, un po’ di sconfitte ma anche le bellissime esperienze del torneo di Pesaro nel 2008 (dove i ragazzi giocano anche una partita nell’ Adriatic Arena – mitica struttura della Scavolini di A1) e del Torneo di Vienna, una sorta di esperienza “Olimpica” dove i ragazzi si trovano a convivere con giovani di tutta Europa. In questo periodo ci sono anche alcune soddisfazioni in tornei Post Season, come nel Road to Zambia 2008 dove in finale riescono a battere i padroni di casa del “San Rocco Monza”.

Nel frattempo al nucleo storico si sono aggiunti Federico “Bosca” , Jack Villa, Taru, Alessio, Jacky, Federico Villa., Luca Daelli, Giò, e Brambo…

La stagione 2010-2011 inizia lasciando spazio a parecchi cambiamenti, alcuni ragazzi decidono di non continuare e questo crea dello sconforto, ma altri ritornano e questo ridà slancio, viene rinnovato anche lo staff tecnico con l’arrivo di Max Panella come allenatore e di Simona Magni come Vice in sostituzione di Peo e di Eva Sanna ma soprattutto i ragazzi si trovano a doversi cimentare con il durissimo primo campionato del biennio U17, con una squadra formata solo da futuri “sedicenni” … l’impatto risulta sicuramente difficile!

Il confronto per esempio con i ’94 di Forti & Liberi lascia una ferita profonda…

Qualcuno direbbe che bisogna un’ po’ morire per potersi risollevare. Infatti i ragazzi comprendono che quest’anno non si va a caccia di medaglie ma che ci sono solo lacrime e sudore, fatica e lavoro, impegno costante e volontà di crescere.

Sono queste le basi su cui si sta costruendo il futuro della squadra che forse non darà frutti maturi e copiosi quest’anno, ma che certamente aiuterà a cementare il gruppo (peraltro già unito) ed a renderlo più corazzato per la prossima stagione…

Comunque sia, l’U17B dell’Associazione Sportiva Lesmo qualche soddisfazione ha incominciato a togliersela già quest’anno! Lo splendido secondo tempo nel ritorno con Forti & Liberi di poche settimane fa per esempio (32-35 il parziale!).

Meritano sicuramente però una citazione particolare anche la vittoria a Lissone con APL e quelle con San Rocco e Rondinella, ma anche le vittorie “appena accarezzate” con Brugherio e Gerardiana al Nei di Monza.

Sono queste le rivali di sempre, le squadre che incontreremo anche nel 2012 quando probabilmente “non saremo più gli ultimi arrivati” !

La squadra Under 17 A (tutti ’94) affidata a Franco Taccarelli, ha ottenuto un ottimo terzo posto finale nel suo girone. Così si descrivono i ragazzi:

UNDER 17A: UNA SQUADRA DI LEONI

Il gruppo U17A da un biennio è guidato dal coach Franco Taccarelli, che ha cercato di plasmare fin dall'inizio il gruppo, dando prima di tutto alcune semplici ma fondamentali regole di squadra e di spogliatoio.

Già dopo alcuni mesi di lavoro la squadra ha evidenziato discreti cambiamenti tecnici, le richieste e l'impegno sono diventati sempre più seri, al punto tale che alcuni ragazzi hanno ritenuto di "non farcela" a tenere il ritmo e rispettare impegni e regole. Il gruppo si è così ridotto ma chi è rimasto ha dimostrato di poter competere alla pari nel campionato Under17 dello scorso anno con compagini anagraficamente più grandi ed il quinto posto finale non è stato altro che il premio per l'impegno dimostrato.

Quest'anno la squadra era pronta per il salto di qualità. Molti sono sati i miglioramenti individuali e di gruppo, la fase difensiva si è fatta più intensa, l'attacco ha acquisito ordine e maggiore organizzazione.

Ad inizio anno il roster era composto da 11 giocatori: Carzaniga, Del Zotto, Fantoni, Ferrario, Garducci, Magnavacca, Motta, Oberti, Perego, Siragusa e Vitali (tutti classe '94).

L'inizio del campionato, dopo buoni riscontri nelle partite preparatorie, è stato estremamente positivo: vittoria in trasferta ad Ornago, una delle squadre favorite al passaggio alla fase successiva. Nella seconda giornata di campionato era già pronta la prima tegola destinata a minare il cammino della squadra: Magnavacca cerca di recuperare una palla vagante scivola e si infortuna. L'incidente appare subito grave: rottura del legamento crociato e 6 mesi di stop. Campionato finito.

Il morale del gruppo non è alla stelle, ma si ritrovano le motivazioni iniziali e si raggiungono importanti vittorie. Dopo la pausa natalizia una nuova tegola si abbatte sul gruppo che perde definitivamente per infortunio Vitali, mentre Fantoni salta alcune gare per una "scavigliatura" procurata in allenamento. Occorre correre ai ripari e alcune volte, vengono convocati due giovani del 1996, Di Lucia e Colombo, per integrare l'esiguo numero dei giocatori a disposizione del coach Taccarelli e del vice Perego.

La sconfitta in casa subita da parte della Dipo ridimensiona le aspettative iniziali, ma i ragazzi rispondono sempre sul campo con il massimo impegno . Le rotazioni nei ruoli specifici sono esigue: alcuni ragazzi , in partita sono costretti agli "straordinari" e nonostante il rammarico per i gravi infortuni la squadra tiene, lotta, e vince .

In trasferta un piccolo record : nessuna sconfitta fino a pochi giorni fa ed è ancora la Dipo che, vincendo di solo 5 punti, fa svanire tutte le possibilità di un passaggio alla fase successiva. Ma ancora una volta i "magnifici otto" hanno dato anima e corpo per raggiungere il massimo obiettivo.

Che dire di più, se non un positivo plauso al gruppo.

I giocatori in coro affermano: " Malgrado i negativi eventi e la panchina corta, siamo più che soddisfatti del percorso fatto finora; abbiamo raggiunto una buona intesa tra noi giocatori, tra i due coach, siamo diventati una squadra più competitiva e daremo sempre il massimo come abbiamo finora dimostrato..."

Il terzo posto finale raggiunto è sicuramente un premio per il lavoro svolto , ma i giovani leoni di Lesmo continuano a chiedersi : "chissà senza gli infortuni ....................."

Veniamo ora ai “vecchietti” dell’Under 21, ancora impegnati sul campo (ultima partita la settimana prossima ad Arcore) ma ormai fuori dai giochi per il passaggio del turno e questa è una “spiacevole” novità, dato che questo gruppo (in gran parte formato da ’91) aveva sempre disputato i play-off negli ultimi 4 campionati, arrivando anche in un’occasione alla final-four provinciale (terzo posto conclusivo) e partecipando ai play-off regionali uscendo di scena per mano di Cremona, laureatasi poi campione regionale.

Capolinea ormai in vista a livello giovanile per questo gruppo formatosi prima con la “fusione” dei ’91 di Lesmo e Sovico ed “arricchitosi” strada facendo di ragazzi da Lissone, Arcore ed altre società, prima sotto la guida di Peo Simone, poi di Dario Rinco e negli ultimi anni da Davide Ravasi per una logica “continuità” con la prima squadra.

Tanti i bei momenti: oltre alle vittorie nei gironi di qualificazione, gli “epici” (e sempre corretti) scontri con Gerardiana (anche se a nostro favore c’è una sola vittoria all’overtime), le rimonte casalinghe nei playoff contro Sant’Ambrogio ed Arese dopo le sconfitte “esterne” in doppia cifra, la bella esperienza al Torneo Internazionale di Lissone dello scorso anno al fianco dei nostri “ospitati” di Toronto, oltre ad un paio di partecipazioni al “Giove” di Monza.

Tanti anche i rimpianti: le estromissioni patite per la partecipazione dell’Open B ad opera di Gerardiana (tanto per cambiare), Social OSA l’anno successivo e poi quello dopo contro Soul Basket (particolarmente rocambolesca quest’ultima con pareggio subìto con due liberi a tempo scaduto e sconfitta all’overtime).

Anno in verità un po’ travagliato quello che sta per concludersi: dalle difficoltà negli spazi di allenamento (uno solo alla settimana e “poco frequentato”) agli infortuni (quello più serio per Corneo, out praticamente tutta la stagione dopo avere perso anche quella scorsa, ma 3 mesi fuori anche per Grandi e diverse partite disputate con la rosa non al completo).

Peccato perché tutto sommato ce la siamo giocata con tutti. Abbiamo sì perso 7 partite, ma solo Garbagnate è stata in grado di batterci sia all’andata che al ritorno (a Lesmo solo all’overtime) ed in entrambi i casi non ci siamo presentati al meglio. Siamo stati capaci di superare sul nostro parquet le attuali prime tre in classifica (Lierna, Monza e Cusano) e di “restituire” a domicilio la sconfitta subìta in casa da parte di San Donato.

La cosa importante è che comunque la squadra abbia confermato di essere valido “serbatoio” per la Serie D, dove Zappa e Ravasi si sono confermati ad alti livelli, Schmidt e Grandi si sono guadagnati fiducia e minuti da coach Ravasi, Colombo e Brambilla hanno “assaggiato” il parquet in qualche occasione e tanti altri hanno fornito il loro contributo agli allenamenti della prima squadra.


Le classifiche aggiornate di tutte le nostre squadre giovanili sono disponibili nell’apposita sezione del sito.
.

mercoledì 30 marzo 2011

U13 - Tempo di playoff

Fissate le date del primo turno di playoff del campionato provinciale FIP Under 13.

L'avversaria della squadra allenata da Luca Borghesi sarà la Royal Legnano che ha vinto a punteggio pieno il suo girone di qualificazione.

Partita di andata sabato 2 Aprile alle ore 17,30 in Via Donna Rosa (accorrete numerosi a sostenere i nostri ragazzi) e ritorno domenica 10 Aprile alle 15,00 a Legnano.

.

martedì 29 marzo 2011

U21 - Vittorie con Segrate e Bollate

Gammabasket Segrate - Lesmo 48-57 (7-17; 18-31; 30-39)

Segrate: Migliano 14, Balestra 2, Pignataro, Stringhetti 14, Gravaghi 8, Burrone 2, Guglielmi 2, Tagliaferri, Tamagni 6

Lesmo: Perego 9, Grandi 14, Arrighi 2, Brambilla 1, Pozzoli 18 (9/11 dal campo, 12 rimbalzi, 5 stoppate ed.... un paio di... shampoo), Muratore (esordio in U21 per il '95 lesmese), Monfrini, Siragusa, Bertini 2, Schmidt 6 (1o rimbalzi), Recalcati 5 (con tripla da metà campo allo scadere del terzo periodo)


Lesmo - Acli Goss Bollate 80-40 (19-13; 31-21; 59-33)

Lesmo: Schmidt 14 (7/8 da 2), Colombo 9, Grandi 13 (6/9 + 8 rimbalzi), Pozzoli 10 (11 rimbalzi), Arrighi 5, Brambilla 8, Tremolada 9 (ottimo esordio di un altro '95), Perego 3, Recalcati 5, Bertini 2, Monfrini 2 (4 assist), Rucco

Bollate: De Vito 12, Reggiani 6, Riva 6, Vegetti 6, Lorenzini 6, Pogliani 2, Chiereghin 2, Caselli


Dopo il referto rosa colto martedì scorso nella tensostruttura di Segrate è arrivata stasera in Via Donna Rosa la vittoria stagionale numero 16 al cospetto di Bollate.

.

lunedì 28 marzo 2011

Rappresentativa degli U13 alla festa minibasket

27.03.2011: GIOVANI ATLETI SI DIVERTONO CON GIOVANISSIMI ATLETI

Una rappresentativa degli Under 13 è stata con i giovanissimi del minibasket di Eva e delle altre squadre ospiti a Lesmo durante la festa di oggi: hanno aiutato divertendosi e sostenendo i più piccoli.






Alla fine della manifestazione è partito il momento SPACE JAM






BRAVI RAGAZZI... SIETE UN VERO MOTIVO DI ORGOGLIO

domenica 27 marzo 2011

Risultati Minibasket del weekend


  • Esordienti: Di.Po. Vimercate - Lesmo 58-29

  • Aquilotti '00 : Di.Po. Vimercate - Lesmo 8-16

  • Scoiattoli: Lesmo - Basket Carnate 11-13 .

Ottima gara finale: battuto Inzago e terzo posto definitivo

Lesmo 2004 - Forze Vive Inzago: 61-49 (15-9 ; 16-10; 17-9; 13 -21 )

Lesmo ( Fantoni 2, Ferrario 4, Perego 2, Garducci 4, Del Zotto 12, Colombo 4,Oberti 23, Di Lucia, Siragusa 12 )

Ultima gara di campionato in una settimana che ha colpito l'intera società Lesmo con la perdita di Massimo Fumagalli. La squadra gioca con il lutto sulla divisa per ricordare questo splendido amico .

Si gioca contro Inzago , squadra molto tecnica a livello collettivo con un ottimo giocatore come lungo, il migliore tra tutte le squadre del girone (Agliano autore di 19 punti ). Lesmo deve vincere per conquistare un meritato terzo posto finale.

Purtroppo la "battaglia" di settimana scorsa, a Vimercate , ha nuovamente penalizzato Lesmo: per Motta stop di due mesi, Carzaniga fermo per due settimane. La sfortuna e gli incidenti hanno sensibilmente caratterizzato e penalizzato questa squadra nell'arco dell' intero campionato.Lesmo ha in panchina 10 giocatori grazie al contributo di Colombo e Di Lucia(96). Coach Taccarelli, conoscendo la buona l'organizzazione offensiva e la forza di Inzago contro la difesa a uomo (Inzago ha battuto Ornago e settimana scorsa ha perso ai supplementari con Villasanta a causa di una pessima percentuale dalla lunetta) decide già da giovedì di schierare una difesa a zona per tutta la gara, alternando la 2-3 e la 1-3-1.

Lesmo parte contratta, Inzago prende un vantaggio iniziale di 4 a 0, ma la reazione è immediata e con delle ottime giocate e penetrazioni del trio Del Zotto, Oberti, Siragusa chiude il primo quarto con un vantaggio di sei lunghezze.

Il Coach ruota tutti gli uomini della panchina anche nel secondo quarto, la difesa a zona, molto aggressiva, mette pressione ad Inzago e Lesmo conquista più volte il possesso per lo scadere dei 24' di gioco. Colombo segna da tre al suono della sirena, il canestro viene annulato, ma Lesmo allunga e si va al riposo con un + 12. Lesmo ha contenuto Agliano e in attacco ha trovato ottime soluzioni sia dal perimetro (Garducci) che nelle penetrazioni ed in contropiede.

Nel terzo quarto, c' è la reazione di Inzago , il parziale iniziale è di 6-0 per gli osptiti, ma Oberti prende per mano la squadra , recupera diversi palloni e con contropiede e azioni veloci, si ristabiliscono subito le distanze.Sotto canestro Siragusa è onnipresente, recupera rimbalzi e dà sicurezza e ordine al gioco difensivo. Inzago arranca e Lesmo dà il colpo finale : 17 a 9 il risultato del quarto.

Nell'ultimo tempo trovano maggior spazio tutti quei ragazzi che non sempre hanno avuto un grosso minutaggio; Di Lucia e Colombo ( i nostri '96) contribuiscono positivamente, Fantoni, al rientro a tempo pieno, dà il suo contributo, Perego, sfortunato litiga con il canestro, nonostante ottime penetrazioni in taglio,Garducci recupera diversi palloni e piano piano sotto la guida di Ferrario e Oberti concludiamo la partita con un più dodici finale. Curiosità : Colombo segna ancora con un tiro da tre al suono della sirena ed il canestro è nuovamente annullato.

I ragazzi si stringono in un unico grido finale al centro del campo per ricordare ancora Massimo Fumagalli e poi si dirigono verso il nostro pubblico per applaudire tutti i genitori e sostenitori che ci hanno seguito per l'intero campionato.Un doveroso grazie a tutta la squadra, per l'impegno, la serietà, la caparbietà , il desiderio di vincere contro tutti nonostante tutte le avversità incontrate e per aver , per il secondo anno consecutivo, sopportato quell'incontentabile di coach Taccarelli. Un grazie particolare a Lorenzo Perego, il vice coach, ai i suoi consigli esuggerimenti a favore dell'intero gruppo squadra.

BRAVI RAGAZZI

Massimo

Alessandra, Luca e Chiara desiderano ringraziare tutti coloro che hanno partecipato al lutto che li ha dolorosamente colpiti. .

sabato 26 marzo 2011

Supplementare amico

Alebbio - AS Lesmo 68-75 (17-12 29-32 46-47 60-60)

Alebbio : Rossi 10, Rinaldi 9, Spatafora 8, Greggio M. 2,Sironi 7, Greggio E. 8, Marcolin, Passalacqua F. 1, Passalacqua S. 7, Pancino 16.

Lesmo : Forneris, Zappa 4, Laffitte 8, Angelici 15, Ravasi 16, Calloni, Cassanmagnago 2, Cazzaniga 13, Meregalli 16, Viganò 1.

Preziosissimi i 2 punti presi sul parquet comasco di Alebbio dai ragazzi che, dopo un supplementare al cardiopalma (come il finale dei regolamentari d'altronde), regolano i locali ed aggiungono un tassello forse decisivo anti-playout, ritornando a vedere in lontananza quel 4°posto che significherebbe prolungare la stagione di qualche settimana.

Inizio un pochino rilassato dei nostri che subiscono le iniziative locali (Rossi e Passalacqua S. saranno due spine nel fianco sino alla fine mentre dentro l'area Pancino crea numerosi grattacapi) e vanno sotto 12-5 al 7' poi, registrata la difesa (le mani in attacco no, visto che chiuderemo con 2/16 da 3p. e 19/39 nei liberi) ecco i giallorossi rientrare e mettere la freccia col primo sorpasso al 18' 26-27, chiudendo poi +3 all'intervallo.

Inizio sprint dove sembriamo in grado di archiviare la pratica in un amen (31-42 al 25' con una gran difesa) invece il pressing locale e 2' di fuoco di Spatafora (tripla in transizione e 3 liberi regalati da un arbitraggio discutibile) riportano l'equilibrio (alla terza sirena solo +1 per noi).

Ultimo quarto rovente con le scorribande di Passalacqua che fanno male ed una svista arbitrale (non visto l'infortunio di Zappa che ci costa un fallo tecnico) che portano l'inerzia sul lago; a questo punto (tra l'altro facciamo 0/6 nei liberi con tre giocatori diversi) sono un paio di giocate individuali di Marco Ravasi e Meregalli che mantengono in corsa i ragazzi sino al palpitante ultimo minuto dove i locali si dimostrando freddi dalla lunetta fino all'ultimo tiro che s'infrange sul ferro : timeout ed il coach disegna uno schema per la gestione dell'ultimo pallone.
L'incaricato è Meregalli che con 10" dal termine pare voler giocare il tutto per tutto da 3p. (siamo 60-58), invece penetra e scarica un assist d'oro per Angelici che dai 3 mt. va a bersaglio quando mancano 43 centesimi alla fine : OVERTIME

Nel prolungamento i locali, più carichi di falli negli uomini principali, resistono fino a che il capitano Cazzaniga manda a bersaglio la sua seconda tripla e li affossa 66-71 (a 2' dal termine); da lì difesa forte e controllo di palla (ricomciamo anche a mettere qualche tiro libero) ci danno la quarta vittoria esterna dall'anno.

Prossimo incontro Venerdi ore 21.15 in Via Donna Rosa contro Seregno in lotta playoff (misureremo le nostre ambizioni)

.

venerdì 25 marzo 2011

Massimo Fumagalli, un amico che non c’è più

Alto, bello, cordiale, un amico; Massimo Fumagalli non è più tra noi.

Sembra un fatto semplice e ineluttabile, ma..... Massimo aveva quarantadue anni, una compagna e due figli adorati era “il ritratto della salute”….. ma il suo filo si è rotto ed è sparito dal nostro palcoscenico. Quel filo sottile al quale tutti siamo legati che ci piace pensare sia una resistentissima grossa gomena d’attracco. Prendiamo dolorosamente atto ed esterniamo il nostro affetto, la nostra partecipazione ad Alessandra, Luca e Chiara.

Erano gli anni novanta quando chiedemmo alla sua società sportiva, la Monticellese, di poterlo tesserare per l’Associazione Sportiva Lesmo; da lì, da subito iniziò un percorso di amicizia forse ancor prima che sportivo. Massimo giocò con noi, aiutò gli allenatori si fece benvolere da tutti dentro e fuori palestra.

Non era un personaggio facile. Cocciuto nelle sue certezze ma sempre pronto a discuterne a confrontarsi e questa era una sua virtù non trascurabile.

Puntiglioso, con gusto sicuro sistemò la vecchia dimora di famiglia con attenzione anche a piccoli particolari come la pietra per i gradini per la scala interna o la scelta, una per una, delle lastre di rivestimento dei pilastri d’ingresso ottenendo un notevole e piacevole risultato globale.

Rigido coi figli ma altrettanto amorevole e disponibile, se li coccolava, se li portava appresso, giocava con loro e ne era fiero. Con Alessandra è stato compagno generoso e amorevole, orgoglioso della famiglia che includeva papà Peppo, sorella Paola e cognato Luca.

Ottimo cuoco, scrupoloso nella scelta degli ingredienti, mai banale nel cucinare cibi succulenti che accompagnava con ottimi vini presi nella sua fornitissima cantina. Per ogni vino era una spiegazione, un aiuto a ritrovarne le caratteristiche, i profumi più nascosti.

Così era Massimo, Massimone per tutti noi, che esprimeva la sua sensibilità nel suo lavoro creando composizioni floreali di gusto e mai banali.

Ci piace pensare che sia stato chiamato per addobbare il cielo in occasione di una grande cerimonia: sarà un cielo meraviglioso, non vi è dubbio.

Ciao, Massimo, ti vorremo sempre bene e speriamo di poter essere di supporto ai tuoi cari che ancora abbracciamo con grande affetto.

L’A.S.Dil. Lesmo con tutti gli amici



Qui di seguito alcuni link di articoli apparsi sulla rete:

http://www.mbnews.it/attualita/109-attualita/17974-basket-lesmo-sotto-shock-massimo-fumagalli-ha-perso-la-vita-in-un-incidente.html

http://www.leccosportweb.it/news.aspx?idsport=2&sport=basket&idstagione=201011

http://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/400735/


http://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/400734/


http://www.casateonline.it/articolo.php?idd=64813

http://www.casateonline.it/articolo.php?idd=64835

http://www.casateonline.it/articolo.php?idd=64872
.

martedì 22 marzo 2011

Lutto

L'ultimo saluto a Massimo avrà luogo Venerdì 25 Marzo a Monticello alle ore 15,30

E' tragicamente venuto a mancare, martedì 22 Marzo, Massimo Fumagalli, ex-giocatore e tutt'ora (e da sempre) amico del Lesmo Basket.

Ci stringiamo tutti attorno alla famiglia in questo momento di grande dolore.

Dolore acuto anche per tutti noi che lo abbiamo visto due giorni fa in Via Donna Rosa partecipare e gioire alle vicende cestistiche degli Under 13 (un abbraccio fortissimo a Luca) e della Serie D.


Tante le manifestazioni di affetto e di ricordo, alcune delle quali riportate nei commenti allegati a questo post.

Qui sotto Massimo con la casacca n.19 di una "storica" formazione lesmese




I primi a ricordarlo "sul campo" sono stati gli Under 21 di coach Ravasi che hanno giocato col lutto sulla divisa ed osservato un minuto di silenzio nella trasferta di Segrate di martedì 22 Marzo, aperta e chiusa con l'urlo corale: "NAVE".

.

lunedì 21 marzo 2011

19-20 marzo: il weekend del Minibasket

Dopo la pausa carnevalizia tornano in campo solo le due squadre Aquilotti, con risultati contrapposti.

Bella prova dei 2000 contro la forte compagine monzese dell’ASO S. Rocco, cui i nostri concedono 2 set su 6. Il conto canestri dice 71–46 per noi, punteggio che dà un’idea certamente più precisa dell’incontro rispetto al sistema di punteggio attualmente in vigore, che dice 14-10. L’ennesima vittoria è l’ulteriore conferma della buona qualità di questo gruppo, che ha ben assimilato e fatto propri i concetti di ripartenza veloce, gioco di prima senza palleggio, rapidità nell’andare a conclusione. Spicca a referto il fatto che tutti e 12 i convocati siano andati a segno. E sugli errori al tiro s’è visto – finalmente – un gran lavoro a rimbalzo. Bravi ragazzi!

Discorso un po’ diverso per i 2001/02, ancora completamente legati a una visione di gioco individuale, comprensibile per l’età, ma il cui superamento non è più rimandabile.

Aquilotti 2000: AS Lesmo – ASO S. Rocco Monza 14 – 10

Aquilotti 2001: AS Lesmo – Basket Cesano 10 – 14


.

Under 17 A - Ottima gara contro la capolista

Di.Po. Vimercate- Lesmo 2004 : 52-47 ( 16-10; 17-9; 8-11; 11-17)

Lesmo: ( Siragusa 8 , Fantoni 2, Perego, Ferrario, Motta 4, Carzaniga 14 ,
Del Zotto 10, Oberti 9, Garducci)

Sì ci abbiamo provato: eccome se ci abbiamo provato.
A riprova della buona prestazione sono state l'esultanza a fine gara degli avversari ed il nervosismo della loro panchina durante il terzo e quarto periodo di gioco. Peccato la nostra percentuale ai liberi ( 4/18 22% ) e gli infortuni degli ultimi minuti di Carzaniga e Motta che hanno in parte frenato la rimonta finale.

Si parte con la difesa a uomo da entrambe le parti ; per Lesmo nove giocatori a referto, con Fantoni che rientrava ma con la caviglia parzialmente ancora " fuori posto ". Subito la difesa aggressiva di Vimercate a tutto campo. Lesmo con qualche fatica riesce però a limitare i danni. Sono i contatti fisici e aggressivi non fischiati, a causa di un arbitraggio a volte troppo
permissivo, che penalizzano i lesmesi. Entrambe le squadre, nel primo quarto, "litigano" con il canestro e sono i tiri liberi che sanzionano il vantaggio vimercatese: Lesmo va in lunetta per quattro volte ma non porta a casa neanche un punticino , la Dipo è molto più precisa e
trova dalla linea del libero 7 punti su otto conclusioni. Il quarto si conclude con un + 6 per la Dipo.

La partita si fa più nervosa, troppi i contatti non sanzionati, il coach litiga con il tavolo per una segnalazione errata che punisce Oberti di un quarto fallo mai sanzionato dall'arbitro.
Volano parole " forse" eccessive da parte del coach Taccarelli ma la partita è sentita da entrambe le squadre che non ci tengono a perdere l'incontro. Poco simpatico però anche sentirsi dire:" Voi pensate a giocare che noi intanto passiamo alla fase successiva !"...

Senza Oberti in campo Lesmo soffre il pressing sui portatori di palla. Siragusa intanto troneggia sottocanestro, domina a rimbalzo e non c'è palla che gli sfugga dalle mani. Tuttavia l'attacco lesmese fatica a trovare la via del canestro, una bomba di Oberti all'inizio del quarto è uno dei pochi squilli da parte lesmese. Si va all'intervallo con la Dipo in vantaggio di 14 punti.

Negli spogliatoi strigliata del coach Taccarelli e del vice Perego che richiamano i giocatori a "rispondere" sul campo, con grinta e determinazione alla fisicità di Vimercate. Il coach vista la situazione pesante dei falli, decide di passare ad un a difesa a zona. I ragazzi di Lesmo, guidati dalla determinazione di Carzaniga e Del Zotto recuperano qualche punticino. La Dipo fatica ad attaccare la zona, Siragusa recupera importanti palloni e in attacco, Lesmo , trova finalmente più fluidità e qualche importante canestro. Purtroppo continuano gli errori dalla lunetta : 0/12.

Ultimo quarto. Lesmo ancora a zona. Del Zotto e Carzaniga suonano la carica, Siragusa purtroppo è allo stremo delle forze, viene sostituito da Fantoni che, con la caviglia ancora dolorante, non riesce a dare il dovuto apporto. Anche Ferrario, che si è dannato l'anima nei recuperi e raddoppi difensivi, chiede il cambio: entra Motta che ha giocato una buona partita fino a questo momento ma, dopo pochi minuti, gli cede la caviglia: intervento del medico e viene portato a braccia in panchina. Piffen Siragusa è costretto agli straordinari!!!!!!!! Si recupera nel punteggio : la Dipo inizia a temere la rimonta grazie ancora a buone penetrazioni dei rossi di Lesmo.

Improvvisamente una nuova tegola : Carzaniga si scaviglia e, dolorante raggiunge Motta in panchina, Lesmo è in super emergenza. Finalmente dalla lunetta entra qualche tiro ma alla fine , sul fischio finale, Dipo è avanti di 5 punti.

Complimenti ai primi della classe.
Lesmo ci ha messo cuore, voglia e anima. Ha tenuto Vimercate a 52 punti ( hanno una media di 70 punti fatti a partita e di 40 punti subiti) e li ha impegnati non poco per tutto l'arco della gara .
Bravi ragazzi.

Settimana prossima ultima gara in casa con Inzago, occorre vincere per
confermare l'ottimo terzo posto in classifica.

.

Le vecchie (buone) abitudini....

AS Lesmo - Pol. Mandello 78-65 (18-6 40-19 62-37)

Lesmo: Grandi, Zappa 21, Laffitte 8, Angelici 13, Ravasi 5, Calloni, Cassanmagnago 11, Cazzaniga 6, Meregalli 12, Viganò.

Mandello : Ciceri 7, Magni 4, Monti 18, Anghileri, Fagetti 3, Motta 2, Panzeri 12, Negri 8, Moioli 13, Sugo.


Riprende il cammino la serie D travolgendo Mandello (per più di due quarti si è vista l'ottima squadra degli ultimi tempi) e conquistando altri due preziosi punti in una giornata non molto favorevole visti gli altri risultati delle concorrenti alla salvezza diretta.

Grazie ad un perentorio inizio i ragazzi si sono subito assicurati un cospicuo vantaggio (10-2 al 5') e sono stati bravi con un attacco bilanciato ad allungare decisamente (27-12 al 15' e 38-17 al 19'); in questo frangente abbiamo anche potuto assistere all'ottimo esordio di Demetrius Laffitte (ormai per tutti ribattezzato col nick di Mr. D) classe 1966 con un passato di PRO in Sudamerica e subito diventato beniamino dei nostri piccoli-ultras.

La gara in sè poi ha poca storia almeno fino a che i locali tirano (troppo presto) i remi in barca e permettono la rimonta dei lecchesi (al 25' avevamo addirittura pareggiato la differenza canestri con la sciagurata prestazione dell'andata, -31 per i corti di memoria) guidati dal trio Monti-Panzeri-Moioli che piano a piano rientrano e riportano la sconfitta in termini più accettabili (a tratti era parso di vedere la gara dell'andata a parti invertite) sfruttando l'eccessivo relax locale.

Note positive : molte, cominciamo dalla difesa tornata sino al 5' del 3°quarto quella del filotto di vittorie, L'esordio di Mr. D che dà presenza in area sia difensiva che offensiva (il ragazzo spiega...), il rientro di Grandi (ancora da rodare bene) e quello di Zappa (top-scorer anche se non ancora al 100%) e l'ottima gara di Cassanmagnago (personalmente MVP della serata)

Note negative : il relax dal 26' in poi (anche se comprensibile, non dovrebbe avvenire) che non ci ha permesso di chiudere almeno sul + 20 utile per la differenza canestri in caso di arrivi a tre o più squadre.

Prossimo incontro (delicato) ad Alebbio contro una concorrente diretta per la salvezza Venerdi sera ore 21.15


P.s. avvistato anche "Picchio" Pirola come 11° in palestra; ma sarà stato davvero lui?

Doppio p.s. in ritardo: auguri di pronta guarigione a Stefano Corneo RI-operato in settimana.

.

U13 - Ultima vittoria in attesa del playoff

Lesmo-Forti & Liberi 85-28

Parziali : 21-2 / 43-18 / 64-22

Tabellini: Viscusi 19, Gnasso 19, Galbusera 6, Cattaneo 11, Salmaso 4, Ambrosini 8, Alfinito 2, Fumagalli 4, Semplici 10, Cirafici 2, Magnoli, Padovani

Inizio soporifero con la palla che va e che viene ma che nel canestro non ci va. Poi Viscusi apre le marcature e il quintetto di partenza comincia a lavorare in modo efficace. Da rilevare oltre alle solite combinazioni in attacco Viscusi-Cattaneo-Gnasso, una bella partenza di Galbusera, che attacca con convinzione il canestro e mette 6 punti dei quali 4 consecutivi nel finale di quarto.

Nel secondo quarto sotto i tabelloni partono Fumagalli e Ambrosini che si fanno largo e raccolgono rimbalzi. Salmaso piazza 4 punti e anche Alfinito mette un canestro. Purtroppo lavoriamo bene insieme in attacco dove in 7 si spartiscono i punti realizzati, ma pecchiamo in difesa e gli ospiti belli agguerriti e senza timori reverenziali ci infilano più volte e il parziale diventa 22 a 16.

Registrata la difesa nell'intervallo lungo , rientriamo con l'idea di occuparci anche del nostro canestro. Ci riusciamo subendo solo 4 punti e manteniamo un buon livello in attacco con una bella fiammata nel finale di quarto di Cattaneo che mette 6 punti consecutivi.

Nell'ultimo quarto si gioca cercando di mettere insieme qualche buon fraseggio ma non sempre ci riesce al meglio. Viscusi apre il quarto e Semplici piazza 8 punti mettendo un po' di concretezza alle sue corse in attacco. Ma gli applausi sono per Cirafici che da pochissimo pratica questo sport e fa un bel lavoro in difesa e in attacco mettendoci energia e grinta e alla fine si premia con un bel canestro che fa esplodere panchina e pubblico in un boato !

Finisce così la stagione ma ora per noi ci sarà un bellissimo post campionato e lavoreremo duramente per onorare la sfida con Legnano tanto inaspettata ad inizio anno quanto attesa ora che ce la siamo conquistata !

I love this game


CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRLA

domenica 20 marzo 2011

Chiusura di campionato con sconfitta per gli U15

ROBBIATE - LESMO 2004 64-56 ( 14-14, 31-15,4-13,15-14)

Lesmo: MUNINI,LOPEZ, VISCUSI 11, ETIM 17, TRAPASSO 4, DOMENIGHINI 3, CATTANEO 18,COLOMBO, RAVASI , DI LUCIA, MANFREDINI 2,

Partita dai due volti. Secondo quarto da dimenticare, subiamo 31 punti senza combattere. La sveglia suona intorno a mezzogiorno per tutti e cominciamo a giocare secondo le nostre potenzialità.

giovedì 17 marzo 2011

Gli U13 vincono anche a Nova

NOVA M.SE-LESMO 58-93

Parziali : 13-21 / 25-39 / 39-59

Tabellini : Gnasso 20, Alfinito, Merisio, Ambrosini 19, Viscusi 24, Salmaso, Cirafici,
Cazzaniga, Cattaneo 10, Corbetta 8, Semplici 12, Galbusera

Partita più combattuta di quanto dica il risultato finale. Nova lotta tutta la partita col massimo impegno e ci costringe spesso a palle perse ed errori in attacco e in difesa. I complimenti ai nostri avversari sono veramente dovuti anche per il tifo bello e acceso e per la correttezza di giocatori e staff , arbitro compreso, veramente bravo.

La partita inizia con le idee un po "annebbiate" , la tanta pioggia sembra avere spento la miccia che accende il nostro attacco. Errori e cattive scelte ci fanno andare a singhiozzo. Poi ci sblocchiamo e Gnasso, Ambrosini, Semplici e Viscusi si alternano a canestro. Ma Nova caparbiamente risponde colpo su colpo e passa anche in vantaggio. Riordiniamo le idee e abbiamo un sussulto di rabbia e orgoglio nel finale di quarto e mettiamo un po' di punti tra noi e gli avversari. Ma l'inizio non è dei più rassicuranti.

Nel secondo quarto si continua ad andare a strappi e Nova ci colpisce mettendoci in difficoltà. Prima Corbetta e Semplici e poi Gnasso e Cattaneo piazzano due mini parziali. Ma non riusciamo a creare un margine di sicurezza.

Si va negli spogliatoi a scambiare quattro chiacchere su come si deve giocare in campo e rientriamo con la giusta determinazione. Giochiamo qualche minuto di bella pallacanestro e finalmente esce un po' di luce dalle nubi...anche se si gioca in serale. Creiamo così un piccolo vantaggio che ci mette più tranquillità ma i nostri avversari non diminuiscono l'intensità in campo e ci costringono a mantenere alta l'attenzione.

Solo nel finale di partita riusciamo a incidere con più continuità anche perchè mancano un po' le forze a tutti e le difese diventano meno pressanti. Alla fine festeggiamo la vittoria come è giusto che sia ma applaudendo i nostri avversari che ci hanno impegnato al massimo e si sono dimostrati un ottima squadra.

Quindi applausi al Coach Palazzo di Nova ma anche ai nostri ragazzi che chiudono le trasferte di quest'anno con una buona vittoria.

Adesso l'ultima giornata in casa e poi metteremo anima e corpo per prepararci alla sfida play-off.

.

Pubblico caldo e pimpante, palesemente abituato a trasferte serali infrasettimanali e prefestive

Qualcuno ne approfitta per fare propaganda e svegliare gli "sleepers"

Vengono esibite alcune sculture d'arte raffiguranti standard omologati Lesmo Basket for ART, di seguito mostrate con titolo

E-v.a.c.u.o

E-v.a.c.u.i.

Fronte e retro

Si comincia a giocare sotto la guida di un'ottima direzione arbitrale, ma i primi minuti hanno un esordio ectoplasmico

Il Coach esprime i primi dubbi sulla performance

I ragazzi, richiamati a raccolta, vengono informati che si deve tornare allo schema dell'italiano, il francese e il tedesco nel campo di ortiche e si deve abbandonare lo schema del fantasma formaggino

Vengono inseriti Davide e Golia

La partita prende la piega giusta e alla fina risuona ancora il nostro urlo, ma .... l'euforia permette ad Igor, momentaneamente fuggito dal set di Frankenstein Jr, di tendere un agguato agli ignari ragazzi

Serata positiva e spirito sportivo da entrambe le parti, che hanno meritato indistintamente gli applausi delle tifoserie al momento del saluto.


BUONA FESTA DELL'UNITA' D'ITALIA A TUTTI

mercoledì 16 marzo 2011

Peccato...

A.S. Lesmo - OSL Garbagnate 64-66 d.t.s. (15-12; 30-28; 46-44; 55-55)

Lesmo: Perego 11, Grandi 7, Rucco, Arrighi 3, Brambilla 13, Pozzoli 4, Colombo 10, Oberti, Motta n.e., Bertini n.e., Schmidt 16, Recalcati

Garbagnate: Carnesalli, Grossi, Parma 3, Danieli, Di Liddo 8, Saielli 2, Spera 6, Milani, Arrigoni, Iannaccio 19, Pruni 17, Gariboldi 11

L'Under 21 "emula" la prima squadra e, dopo 7 vittorie in fila, cade in casa al supplementare contro Garbagnate.

Assenze importanti da una parte e dell'altra: Zappa e Ravasi per noi e Pedrazzini per gli ospiti. Il canestro iniziale di Gariboldi dà l'unico vantaggio ospite dei primi 3 periodi, mentre Lesmo fatica a trovare la via del canestro ed il pareggio di Grandi è l'unica realizzazione sui primi 12 tentativi, in maggior parte propiziati dagli extra-possessi garantiti dai rimbalzi offensivi di Schmidt (autore di un'altra ottima prestazione: 23 di valutazione con 12 rimbalzi) e Grandi. L'OSL da parte sua perde diversi palloni e resta a secco per 5', con Lesmo che si issa a quota 8 grazie a Schmidt, Colombo e Grandi. Si procede a ritmi lenti e con basse percentuali al tiro e col solito "motivato" Schmidt a siglare il 15-12 su recupero e canestro in coast-to-coast.

Botta e risposta dal mezzo angolo Iannaccio-Arrighi ad inizio secondo quarto, poi la partita improvvisamente si accende, Lesmo alza le percentuali e piazza il break coi primi canestri dall'arco di Perego e Schmidt per il 29-20 del 15', subito rintuzzato dallo 0-8 di Garbagnate firmato Gariboldi e Pruni. Il libero di Pozzoli è l'unico punto lesmese nella seconda metà del periodo e fissa il punteggio sul 30-28 all'intervallo lungo.

Si riparte col libero di Colombo ed il 2+1 di un ottimo Perego (5 rimbalzi e 3 recuperi). E' zona contro zona ed il punteggio resta basso; Lesmo non trova la "chiave" per scardinarla col tiro da fuori ma quando riesce a servire i lunghi trova buone risposte soprattutto da Schmidt e Colombo. Per gli ospiti è invece Iannaccio ad essere "devastante" dalla media. Ancora Perego per il +7 di metà frazione (41-34), ma Iannaccio ricuce per i suoi fino al 46-44 del (ipotetico) ultimo mini-intervallo.

Ospiti che ritrovano il vantaggio dopo più di 30' col canestro di Di Liddo (47-48) e vanno sul +3 col contropiede di Pruni. Colombo sigla il -1 e poi finalmente si "sblocca" Brambilla dai 6,75 per il controsorpasso (52-51 con 6'50" da giocare). Si segna col contagocce; Iannaccio dalla lunetta e poi di nuovo Brambilla dall'arco per il + 4 (55-51 a 200" dal termine), ma Di Liddo in entrata e Parma dalla lunetta siglano il pareggio a quota 55. Altri attacchi a vuoto da una parte e dall'altra col tentativo di Brambilla sulla sirena che si spegne sul ferro.

Nel prolungamento parte bene l'OSL con Pruni e Gariboldi a dare il +4. Replica Brambilla dalla lunetta e dai 6,75 per la parità a quota 59 con 2' esatti da giocare. Il solito "chirurgico" piazzato di Iannaccio riporta in avanti i suoi e la quarta tripla di Brambilla (tutti suoi i punti lesmesi negli ultimi 12' di gioco ad eccezione dell'ultimo canestro di Schmidt) ci riporta per l'ultima volta in vantaggio con 90" sul cronometro. Sono i liberi di Iannaccio e Pruni a firmare il sorpasso, mentre l'ultimo tentativo di Grandi si infrange contro il muro ospite.

Peccato davvero aver perso una partita condotta nel punteggio per oltre 35'. Sarebbe forse bastato gestire meglio alcuni possessi sia negli ultimi minuti del tempo regolamentare che in alcuni frangenti dell'overtime (quando si è in vantaggio in partite a così basso punteggio bisognerebbe ricordarsi che il cronometro può essere un buon alleato e non affrettare inutilmente le conclusioni).

Sconfitta che pone così fine alle tenui residue speranze di qualificazione (che erano in verità perlopiù legate a passi falsi altrui), ma che non deve far cadere la concentrazione nell'affrontare le ultime 3 partite ad iniziare dalla trasferta a Segrate di martedì prossimo.

.

lunedì 14 marzo 2011

Prova incolore degli U17 A (nonostante il +18)

Lesmo 2004-Gamma Segrate 74 - 56 ( 21-16; 17-7; 15-12; 21-21)

Lesmo 2004 : (Carzaniga 12,Ferrario 9, Motta 7, Perego 6, Garducci 6, Delzotto
14, Colombo 4, Oberti 8, DiLucia, Siragusa 8 )


A.A.A. Cercasi n. 8 leoni dispersi a Villasanta settimana scorsa.
Chi avesse notizie è pregato di rivolgersi c/o palestra di
Peregallo Lunedì dalle 20.15 alle 21.30
oppure Martedì e Giovedì c/o palestra di via Donna Rosa a Lesmo
dalle 20.15 alle 21.30.
Chiedere del coach Franco Taccarelli .
Grazie

Overtime fatale

As Lesmo-Veranese 83-87 (23-19 35-42 50-57 72-72)

Lesmo : Brambilla, Cassanmagnago 5, Angelici 17, Schiavo 10, Viganò 6, Calloni 7, Cazzaniga 10, Meregalli 13, Ravasi 15, Colombo.

Veranese: Rovelli, Parravicini 6, Riva 4, Caglio 4, Rozzini, Belotti 18, Intini 24, Brambilla 9, Vaiarelli 15, Colzani 7.

S'interrompe la striscia vincente per mano di una Veranese veramente in ottima forma (settimana scorsa ha inflitto un meno 15 a Villasanta) che ci supera dopo una gara piacevole.

I nostri hanno compromesso il risultato nel secondo quarto dove si sono rimessi a giocare come mesi fa in trasferta e hanno dovuto subire un parziale di 18-3 ricucito a fatica a causa anche di una prestazione balistica ospite notevole (8 triple di cui 3 clamorose e 27/33 dalla lunetta con percorso netto nel finale) e da qualche fischio discutibile (nulla di clamoroso però....).

Comunque partono bene i nostri che comandano nettamente sino al 21-12 dell'8', poi come dicevamo iniziano i problemi in attacco e conseguentemente becchiamo contropiedi e transizioni in serie (altra nota della serata le 24 palle perse, almeno la metà neppure forzate) e ci ritroviamo all'intervallo sotto 35-42.

La ripresa è giocata come si deve (anche se con qualche errore di troppo) e la gara si fa appassionante con break e controbreak (sembra finita al 31' sul 50-57 e inerzia per gli ospiti e invece Cassanmagnago e Ravasi girano la gara in un amen) sino al finale palpitante dove Schiavo manda a bersaglio un jumper dalla media a 18" dal termine dando il +1 a Lesmo. Un grossolano errore difensivo costringe al fallo i locali e Riva piazza il 2/2 che rimette i suoi avanti 71-72.

Ultima azione disegnata da coach Ravasi e palla per Cazzaniga che subisce fallo a 7" dal termine : purtroppo sbaglia il primo ma rimedia mandando a bersaglio il secondo e la buona difesa rimanda il verdetto al supplementare.

Inizio favorevolissimo e parziale di 4-0 (76-72 al 41') annullato dalla 4a bomba di Intini (da distanza siderale) e da un gioco da tre punti di Vaiarelli; da lì, fine della benzina per i locali e scorribande libere per Belotti che firma il raid.

Note positive : bene Ravasi (dal suo 5°fallo ci siamo piantati), bene la voglia di rimettere in carreggiata la gara

Note negative : a tratti veramente pessima difesa e poca concentrazione (i coach avevano suonato con largo anticipo l'allarme Verano)

Prossima gara domenica in casa con Mandello (all' andata scandalosa prestazione e MENO 31!)

.

sabato 12 marzo 2011

Under 13 qualificati ai play-off

Lesmo-Cesano 111-68
Parziali : 34-14 / 61-28 / 88-45

Tabellino : Viscusi 37, Ambrosini 13, Gnasso 17, Merisio 10, Semplici 17, Fumagalli 3, Corbetta 4, Alfinito 2, Cattaneo 4, Giovenzana 2, Salmaso 2, Padovani

Si sapeva il valore della posta in palio e la determinazione dimostrata fin dai primi istanti di gioco faceva sperare in una buona partita. Nessun calo di tensione o concentrazione nei primi due quarti di gioco , giocati con una intensità incredibile in difesa e in attacco portano a spezzare il match subito a nostro favore. Cesano , che comunque non sta a guardare reagisce , ma rimaniamo concentrati e conquistiamo i 2 punti che ci mancavano per i Play-Off ... ora possiamo nominare questa parola che nessuno osava pronunciare !

Oggi voglio commentare le immagini che mi rimangono nella mente e negli occhi : un Viscusi in formato maxi che vince tutti i duelli in attacco e serve anche buoni palloni, un super Gnasso che si fa trovare sempre pronto quando c'è da piazzare un bel tiro o da infilare una penetrazione, un monumentale Ambrosini sotto i canestri che ora sa fare molto di più che prendere qualche rimbalzo, un velocissimo Semplici che segna e corre anche a recuperare se serve, un ottimo Merisio dalla mano calda che piazza un primo quarto super, un eccezionale Cattaneo che smazza palloni ai compagni da vero play maker, Fumagalli che si prende un bel canestro con fallo e segna anche il libero successivo, Corbetta con i sui assist e il bel lavoro nel portare la palla, Alfinito che lotta sulle palle vaganti , Giovenzana super concentrato che lotta per recuperar palloni, Salmaso che difende alla morte e Padovani che recupera palloni e lotta con grinta mai vista prima.

Ma non posso dimenticare quelli che oggi non c'erano in campo ma che sono parte insostituibile di questa squadra : Cirafici , Paino , Magnoli , Cazzaniga , Galbusera. Chi non c'è stato anche in passato spesso era presente a incitare i compagni e ogni vittoria per questo è di tutti.

Ora abbiamo la possibilità di concentrarci da Lunedì sui play-off e da stasera tutto quello che verrà in più sarà solo il premio per la dedizione al lavoro dimostrata da tutti: Società , genitori , Eva ,che ci aiuta a prepararci e che pazientemente svolge un lavoro di preparazione fisica importantissimo e tutti quelli che adoperano il loro tempo per questa squadra.

Credo che stasera tutti abbiamo avuto in cambio qualcosa che va oltre a qualunque forma di ringraziamento.

.

giovedì 10 marzo 2011

Serie D - Un punto in meno (non in classifica..)



Delicata operazione quella effettuata ieri sera nella clinica privata di Via Donna Rosa, consistente in microchirurgia vascolare in ambiente totalmente asettico e batteriologicamente puro.

Intervento (del quale agevoliamo qui sopra alcune diapositive) pienamente riuscito e portato a termine a tempo record dall'équipe guidata dalla Dottoressa Smeff.

Seguira' cartella clinica e......parcella.

Convalescenza: solo tiri liberi, non sono ammessi rimbalzi e tagliafuori(troppo semplici)
.

Aggiornamento Minibasket

Mercoledì 2 marzo: gli Esordienti escono sconfitti per 1 punto nel combattutissimo - e incerto fino a 8 secondi dalla fine - derby con Villasanta.

Sabato 5 marzo: gli Aquilotti 2000 macinano la nona vittoria su dieci gare disputate, vincendo cinque set, più uno pareggiato, contro i Pallacanestro Masters di Carate.

Domenica 6 marzo: doppia sconfitta per gli Aquilotti ‘01/’02, in casa, e per gli Scoiattoli ‘03, sul campo di Meda.

Riepilogo risultati:

Esordienti: Minibasket Villasanta – AS Lesmo 41 - 40

Aquilotti ’00: AS Lesmo – Pall. Masters Carate 17 - 7

Aquilotti ‘01/’02: AS Lesmo – Basket Biassono 10 - 14

Scoiattoli ‘03: Virtus Meda - AS Lesmo 14 - 10


.

mercoledì 9 marzo 2011

U21 - Coi cerotti e le stampelle arriva il settimo sigillo consecutivo

Asd San Donato Milanese - A.S. Dil. Lesmo 58-71 (14-21; 34-37; 47-56)

San Donato: D'Alessandro 17, Rotta, Tonalli 7, Zanetti 17, Di Palma 12, Bedrush 2, Lasta, Migliore 3,

Lesmo: Perego 3, Grandi 4, Zappa 11, Arrighi 6, Brambilla 5, Pozzoli 5, Colombo 15, Ravasi 14, Siragusa 4, Bertini, Schmidt 2, Recalcati 2

Vittoriosi al Parco Snam i nostri Under 21, nonostante una serie di infortuni che hanno privato la squadra di Zappa (scavigliato dopo 9') e di Schmidt (botta all'occhio dopo 12') ed hanno fortemente limitato Pozzoli (spalla uscita al 13') e Brambilla (fastidi muscolari), oltre al rientrante Grandi (fermo da 3 mesi) che non è ovviamente al top della condizione.
Chiuso il bollettino medico, un "bravi" ai ragazzi che hanno fatto fronte alla situazione, rintuzzando un paio di "rientri" (ed anche un sorpasso ad inizio terzo periodo) dei padroni di casa.

Partenza equilibrata (6-5 dopo 3') fino al pick&roll più libero di Colombo ed a 2 recuperi in fila di Recalcati che propiziano le triple di Ravasi e Zappa per il 6-14 del 6'. Primi minuti in campo nel 2011 per Grandi che si "sblocca" subito su tiro libero per il + 10 (8-18). Per San Donato segna solo Zanetti (tutti suoi i primi 12 punti).

Il secondo periodo si apre con un altro 2+1 di Colombo, un canestro di Ravasi, due punti di Schmidt su palla recuperata e tripla ancora di Ravasi per il +13 del 12'. Per i padroni di casa il "testimone" delle realizzazioni passa a D'Alessandro che mette a segno 12 dei 20 punti della sua squadra nel secondo parziale e guida i suoi alla rimonta approfittando di 9 errori in fila al tiro dei lesmesi. Due liberi di Di Palma portano San Donato al -3. Recalcati spezza la sequenza negativa, ma è ancora D'Alessandro a fissare il punteggio sul 34-37 dell'intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi Di Palma e Tonalli riportano subito i padroni di casa al loro ultimo vantaggio (38-37) ma sono 2 liberi di Brambilla ed uno "stoico" Pozzoli con 2 rimbalzi offensivi tramutati in altrettanti canestri a riportarci avanti. Arresto e tiro di Colombo e triple di Brambilla e Ravasi (6/15 complessivo dall'arco per Lesmo) per il nuovo +10 (41-51). Tonalli e Zanetti riavvicinano San Donato ma sono un libero di Grandi (i nostri dalla lunetta hanno un complessivo 21 su 33, ma un ottimo 14 su 17 nella seconda parte di gara) ed un paio di palloni sapientemente dispensati da Ravasi per lo stesso Grandi e poi per il back-door di Perego, a ridare il +11 esterno.

Ultimi 10 minuti che iniziano con l'ennesimo assist di Ravasi, stavolta per il terzo tempo di Colombo. I padroni di casa "faticano" in lunetta (solo 4/15 nei secondi 20') e nel contempo Lesmo lotta bene in difesa concedendo il primo canestro di casa con la terza tripla di serata di D'Alessandro dopo 5' di "imbattibilità". Peccato che fatichi a sua volta nella metà campo offensiva (4/4 però ai liberi per Ravasi ed Arrighi). Avanti di 12 (52-60) a metà periodo sono 3 palle perse banalmente a consentire a Bedrush e Di Palma di confezionare un 7-0 in meno di 1' che riapre la partita. Perego fa 1/2 dalla lunetta prima di commettere il suo quinto fallo. Entra Siragusa e realizza subito in "svitamento" su "palla parlante" di Ravasi ed è ancora l'Under 17 a conquistare fallo su rimbalzo difensivo ed a convertire i 2 liberi della fuga decisiva (+10 a 2' dal termine). Secondi conclusivi che arrotondano il vantaggio sino al +13 finale.

Lesmo si prende la rivincita rispetto all'andata (fu +3 San Donato) anche se c'è preoccupazione in vista dei prossimi incontri (anche per la Serie D) per la situazione infortuni. Intanto per l'Under 21 il ritorno in campo è martedi 15 Marzo in Via Donna Rosa con Garbagnate.

.

domenica 6 marzo 2011

Continuano le vittorie in trasferta; stavolta nel derby a Villasanta

Villasanta - Lesmo 2004: 46 -47 ( 18-18 ; 9-9; 10-9; 9-11 )

Lesmo 2004: ( Carzaniga 8, Ferrario 6; Motta, Perego, Garducci 4 ; Del Zotto9; Oberti 14; Siragusa 6 )

Sofferta ma meritata vittoria nel derby di Villasanta ( fuori casa non si è mai perso ). Soliti otto leoni a referto per coach Taccarelli e l'assenza prolungata di Fantoni, specialmente nella gara odierna, limita non poco Lesmo nelle rotazioni sotto canestro. Villasanta ha più centimetri e peso , oltre ad una panchina che tiene discretamente il campo.

Si parte con Garducci in quintetto base insieme a Piffen Siragusa, Lollo Carzaniga, Tia Delzotto, ed il funambolo ObyOne Oberti. Difesa a uomo tutto campo per entrambe le squadre. Il ritmo iniziale è frenetico, a volte disordinato, i giocatori sentono che è un derby speciale. Lesmo sbaglia inizialmente qualche conclusione di troppo, ma è un "film" già visto troppe volte. Fortunatamente Garducci, da fuori, e Lollo Carzaniga in penetrazione finalizzano l'azione offensiva di Lesmo. Il primo quarto si chiude con il punteggio in parità a quota 18.

Garducci lascia il posto a Ferrario, Ste Motta dà il cambio a Tia Del Zotto.
Per la prima volta vogliamo parlare dei "grigi". Il fatto di avere un doppio arbitraggio ci aveva tranquillizzato, conoscendo la fisicità di Villasanta, purtroppo però il loro atteggiamento non è dei più "reattivi"ed il nostro pubblico presente rumoreggia. A farne ne spese è ObyOne Oberti che viene spinto e strattonato violentemente in un rientro difensivo e, quando cerca di divincolarsi dalla trattenuta viene colto, giustamente, in flagrante e punito con un fallo antisportivo. Lesmo è nervosa , si sente penalizzata ingiustamente, ma reagisce a recupera i quattro punti di differenza e si va all'intervallo in parità.

Nello spogliatoio coach Taccarelli chiama alla calma, intuendo che solo con una migliore gestione dei possessi ed una maggiore collaborazione di squadra la partita può essere portata a casa. Si rientra nel terzo quarto con Lesmo che alterna le difese a uomo e a zona ( 1-3-1 ;2-3 ; 2-1-1 ). Villasanta fatica ed è stanca e nemmeno Lesmo appare pimpante ed i pochi cambi in panchina non facilitano la situazione: errori nelle conclusioni,alcuni tiri girano e girano ma escono dal ferro ed i contatti sotto-canestro si sprecano senza essere sanzionati.Villasanta allunga di un paio di canestri , la partita sembra scappare di mano ai "leoni" di Lesmo. Due ruggiti di Del Zotto ci riportano sotto ed il quarto si chiude con un + 1 per Villasanta.

" Calma, calma", anche il vice Perego tranquillizza i ragazzi, ma battibecca con il coach avversario. Si richiama la determinazione e l'orgoglio dei ragazzi, una migliore gestione dei possessi palla al limite dei 24 secondi, reagiamo colpo su colpo, chiudiamo meglio sotto canestro ed una bomba diObyOne , finalmente, ci fa mettere la testa avanti di un solo punto. Gli arbitri, forse timorosi di farsi un supplementare, iniziano a fischiare con maggior frequenza, il n. 9 di Villasanta esce per cinque falli e per noi è un'ottima notizia. Lesmo risponde colpo su colpo e gestisce il punticino di vantaggio, anche con qualche patema, ma la voglia di vincere dei ragazzi fa sì che alla sirena finale il tabellone decreti il più uno per Lesmo tra la gioia di tutta la squadra.

Prossimo appuntamento in casa con Segrate.

Foto/fumetto racconto Lesmo-Meda U13














































Bene gli U15, anche se sconfitti, a Bernareggio

BERNAREGGIO - LESMO 2004 71 - 50 ( 17-15,19-16,19,9)

Lesmo>: MUNINI 2, LOPEZ, VISCUSI 2, CAFARO 2, ETIM 13, TRAPASSO 2,DOMENIGHINI,CATTANEO 19, COLOMBO 4, RAVASI 4, PASCUCCI, MANFREDINI 3.

Non lasciamoci ingannare dal risultato finale, la verità è che i nostri ragazzi hanno disputato una prestazione super fino alla fine del terzo quarto, poi qualche decisione arbitrale un po' cervellotica fa sì che si scavi un solco non più recuperabile.

Bravi comunque tutti, compresi i ragazzi del Bernareggio: spirito di amicizia e di rispetto, sono questi gli ingredienti che fanno crescere i nostri ragazzi.

.

sabato 5 marzo 2011

L'Under 13 si conferma al secondo posto

LESMO - MEDA 82-37
Parziali : 23-6 / 39-19 / 59-27

Tabellini : Viscusi 18, Gnasso 17, Ambrosini 20, Merisio 4, Fumagalli 2, Alfinito 1, Salmaso 2, Paino 2, Cattaneo 10, Semplici 6, Galbusera, Corbetta

Vittoria in Via Donna Rosa per gli Under 13 di Luca Borghesi che allungano così sulla diretta inseguitrice Meda e sono ad un passo dalla conquista dei play-off.

1°quarto : partenza dove nei primi minuti la tensione ci toglie un po' di concentrazione, poi usciamo dal time out con la giusta grinta e aggrediamo Meda alzando la pressione difensiva. Meda fatica ad attaccarci e per noi il trio Viscusi , Gnasso , Ambrosini confeziona belle giocate. Il quarto dice 23-6 e la partita sembra prendere la strada giusta

2°quarto : Meda rientra in campo super agguerrita e noi forse un po' convinti di avere vita facile. Andiamo un po' in confusione e perdiamo lucidità in attacco e in difesa. Ma il lavoro di squadra ci tiene in linea di galleggiamento. Andiamo a punti con 8 giocatori diversi, ognuno mette il suo lavoro a disposizione della squadra e alla fine del quarto il parziale è ancora a nostro favore , con un +3 che ci porta ad un rassicurante +20 all'intervallo lungo

3°quarto : Cattaneo prende in mano le operazioni ed entra in partita e ci resterà fino alla fine con belle giocate e 10 punti negli ultimi 2 quarti. Si rivede anche Semplici con 2 belle iniziative personali, prima di infortunarsi alla caviglia. Il resto del lavoro lo svolgono la coppia Ambrosini / Gnasso , il primo con la solita serie di rimbalzi (12 oggi) e il secondo con belle penetrazioni. Il quarto si chiude con un parziale di 20-8 mettendo in ghiaccio il risultato

4°quarto : Continuiamo a spingere e si alternano le coppie Viscusi / Ambrosini e poi Cattaneo / Gnasso che confezionano rispettivamente 14 e 7 punti. Un bel canestro di Merisio premia la sua buona prestazione oggi in attacco. Si chiude la partita e si festeggia tutti insieme i compleanni e la vittoria , e l'invito viene esteso anche agli ospiti. E questa senza dubbio è la cosa più bella che si vorrebbe sempre vedere al termine di ogni incontro.

Ora abbiamo tre partite e una vittoria da ottenere per la matematica qualificazione ai play-off, ma sappiamo che nessuno ci regalerà niente, quindi ci godiamo questa vittoria fino a Lunedì , poi ricominceremo a lavorare sodo !

I love this game

Grandissimi !

Olginate - A.S. Lesmo 69-79 (24-19 44-42 53-60)

Olginate : Spreafico 10, Amigoni 2, Mencarelli 17, Lorenzon L. 12, Tavola 8, Lorenzon J. 2,Negri 4,Lodigiani 6, Redaelli 2, Mauri 6. All. Colombo

Lesmo : Forneris, Zappa 11,Cazzaniga 5, Meregalli 20, Ravasi 9, Calloni 4, Cassanmagnago 7, Angelici 11, Schiavo 10, Schmidt 2. All. Ravasi vice Taccarelli

Invidiosi probabilmente del ruolino di marcia degli under 21 (6 W in fila) che in settimana hanno superato la capolista Lierna, i ragazzi compiono l'impresa di superare la capolista Olginate anche nella gara di ritorno, portandosi anch'essi a 6 vittorie consecutive ed allontanando un pochino la zona playout; addirittura scorgono in lontananza i playoff di un campionato estremamente equilibrato.

Inizio di gara senza Viganò (l'abbonamento agli infortuni non è ancora scaduto, purtroppo...) sostituito da Schmidt e quindi squadra in versione "light" simile a quella vittoriosa all'andata.

E , come all'andata, ottima prestazione già dall'inizio con solo uno sbandamento a inizio 2°quarto quando i locali piazzano 3 contropiede che li portano sul 30-21 (minuto 12).

Immediato time-out e rientro nei ranghi (e ritmi) voluti dallo staff tecnico con conseguente lento ma inesorabile recupero sino al 44-42 dell'intervallo.

Ci sarebbe già da essere contenti di resistere a inizio ripresa dove ci si aspetta l'allungo locale e invece i nostri mettono terza, quarta e quinta, sprintando verso il traguardo con percentuali impressionanti (4/4 da fuori consecutivo coi locali che difendono allo spasimo) e togliendo sicurezze a Olginate che non riesce a cavare nulla di buono contro la nostra difesa.

Solamente sul 58-77 al 36' un pò di pressing rende il passivo meno pesante per la capolista che deve incassare lo 0-2 dai nostri veramente in palla anche stasera.

Note positive : le solite (detto così però sembra di sminuirle) delle ultime settimane. Grande Meregalli (20+13 rimbalzi) bene comunque tutti, NESSUNO ESCLUSO.

Note negative : il pericolo (a questo punto) di credere di essere meglio di quanto effettivamente siamo.

.

mercoledì 2 marzo 2011

Battuta la capolista !

A.S. Dil. Lesmo 2004 - Acel Service Lierna 72-70 (19-19; 41-33; 57-45)

Lesmo: Colombo 13, Zappa 21, Ravasi 15, Schmidt 9, Recalcati 6, Siragusa 1, Pozzoli 2, Brambilla 3, Perego 2, Monfrini, Rucco n.e., Carzaniga n.e.

Lierna: Smaniotto 16, Paonessa, Lorenzon 4, Curti 8, Collazo 6, Brembilla, Piana, Caslini, Brown 14, Ciarini 6, Zambelli 16

Bella impresa dei ragazzi di coach Ravasi che infilano la sesta vittoria consecutiva (9 i referti rosa negli ultimi 10 incontri), superando la capolista Lierna al termine di una partita condotta per larghi tratti, ma risoltasi solo negli ultimi secondi.

L'inizio non è dei migliori per Lesmo che sbaglia le prime 5 conclusioni, mentre sull'altro lato del campo è Ciarini con 3 su 3 e portare i suoi sullo 0-6 in 1' netto. Contro-break dei padroni di casa con Colombo a rompere il ghiaccio dalla lunetta e coi canestri di Zappa, di nuovo Colombo e Ravasi a dare il primo vantaggio interno sull'8-6 del 4'. E' un primo quarto tutto "botta e risposta" con Zambelli a colpire due volte dall'arco per gli ospiti, imitato dalla prima tripla di serata di Zappa e coi liberi di Colombo a siglare la parità a quota 19 al termine di 10 minuti piacevoli da vedere.

Al primo giro di cambi Lesmo tiene botta (decisamente superiore il contributo della panchina rispetto alle ultime esibizioni, non necessariamente in termini di punti, ma soprattutto in quanto a "presenza") ed il punteggio resta in equilibrio fino al 16', quando arriva il primo "strappo" dei nostri, con 2 realizzazioni consecutive di Ravasi (ottima la sua prova anche ieri sera) e la tripla n.3 di Zappa per il 39-31 a 2'20" dall'intervallo lungo.

Sono ancora 8 i punti di vantaggio al rientro dagli spogliatoi, con Lierna che alza il volume in difesa, ma Lesmo è brava a non disunirsi e con Colombo e Ravasi ribatte a Lorenzon, Brown e Zambelli. 2 liberi di Schmidt ristabiliscono il +8 a metà periodo (48-40) e si entra nell'ultimo minuto sul +5 con un quintetto lesmese "inedito" (un solo elemento dello starting five) che "produce" un bel 7-0 aperto da Recalcati, e proseguito da Siragusa dalla lunetta (anche un paio di rimbalzi per l'U17), da Pozzoli su rimbalzo offensivo e chiuso ancora da Recalcati a fil di sirena per il +12 dell'ultimo mini-riposo.

Lierna cambia difesa ad inizio quarto periodo, ma la tripla di Brambilla ad 8'40" dal termine dà il massimo vantaggio sul 60-47. Qui però Lesmo si "inceppa", si dimentica troppo spesso di attaccare il canestro e perde qualche pallone di troppo in maniera banale (nel tennis li chiamerebbero "unforced errors") e così gli ospiti piazzano un parziale di 0-8 siglato Zambelli e Brown. E' Schmidt a dare la scossa con 2 conclusioni da centro area e soprattutto con 2 rimbalzi offensivi che garantiscono extra-possessi. Perde anche un pallone banalmente ma rimedia 3" dopo sull'altro lato del campo con stoppata e recupero.
Il finale è "serratissimo". Brown sigla il -1 a 3'40 dalla fine, tripla di Ravasi che è ossigeno puro per Lesmo (67-63 con 200" sul cronometro) ma è Smaniotto, dalla lunetta prima e con un tiro dalla media poi, ad impattare a quota 67 con 2'08" da giocare. Si alternano i time-out da una parte e dall'altra ma non si segna più fino agli unici 2 (preziosissimi) punti di serata di Perego su "palla vagante" sotto canestro a 27" dal termine. Time-out per gli ospiti che provano ad andare per il sorpasso ma il tentativo di Zambelli dai 6,75 trova solo il ferro a -11". Time-out per Lesmo con Lierna che ha però solo 2 falli sul tabellone, ma in meno di 5" raggiunge il bonus (e qui forse i "ricevitori" lesmesi potevano provare a "consumare" qualche secondo in più). E' Zappa a siglare il +4 dalla lunetta, ma Colazzo mette la tripla del -1 con 2" sul cronometro: fallo immediato e Colombo dalla lunetta suggella la vittoria col primo tiro libero a disposizione ed è Perego a prendere il successivo rimbalzo per finire con palla in mano sulla sirena.

Vittoria sofferta e soprattutto prestigiosa, poichè ottenuta contro una squadra che con ogni probabilità coglierà il primo posto del girone e che è composta da ragazzi regolarmente impegnati in C2 (nella stessa Lierna ed a Calolziocorte) ed in D. Una vittoria che dovrà quindi servire da stimolo per affrontare le ultime 5 partite con la dovuta determinazione, ad iniziare dalla trasferta di martedì prossimo a San Donato.

.